Allenamento Itinerante S.Vicino – Canfaito – Valfucina

ATTENZIONE: i bottoni di condivisione non vengono visualizzati perché richiedono l'uso di cookie di terze parti che non hai accettato

Se non vedi i commenti o i bottoni per condividere l'evento sul tuo profilo social, clicca qui

Allenamento Itinerante S.Vicino – Canfaito – Valfucina --- Elcito - 1 nov 2017 - 08:00

Canfaito2017_fbMercoledì 1 Novembre proponiamo ai nostri soci un allenamento itinerante, condiviso con i Green e la sezione NW Avis, nella Riserva Naturale del Monte San Vicino e Monte Canfaito. Lungo il percorso ci lasceremo incantare dalle fascinose faggete dell’Altopiano di Canfaito, con i loro esemplari plurisecolari. Al termine della camminata, dopo esserci affacciati sui vari balconi dell’altipiano con viste sui Monti Azzurri, sui Monti della Laga e sui massicci Abruzzesi (meteo permettendo), ci recheremo nell’area circostante l’Abbazia di S. Maria in Valfucina, verde e fertile conca in cui i monaci Benedettini nell’XI secolo costruirono il loro monastero (del quale resta originale solo la Cripta dell’Abbazia) ponendo a difesa dell’insediamento il castello di Elcito, luogo dove noi molto prosaicamente consumeremo il pasto al sacco.
Per la partecipazione è necessario iscriversi utilizzando il modulo sottostante entro l’allenamento di Martedì 31 Ottobre.

Programma

  • Ritrovo Civitanova Marche: ore 08:00 parcheggio antistante la Pasticceria S. Marone
  • Partenza:8:05 con auto proprie
  • Ritrovo per tutti: S. Severino rotonda ospedale ore 8:50

Caratteristiche del percorso

Adatto a tutti – Dislivello 150 m. in salita – Distanza 9 km. circa.

Abbigliamento

Scarponcini tipo trekking, felpa pesante, giubbino antivento/antipioggia, copricapo, guanti e cambio completo in auto.


Le foto

nordic walking canfaito


Commenti

Taggato con:
Pubblicato in Annunci, In Evidenza
4 commenti su “Allenamento Itinerante S.Vicino – Canfaito – Valfucina
  1. Simone Marzorati Simone Marzorati scrive:

    guardando la prima foto,
    con cadenza nordica, direi…

    “Vacca!!!”

    p.s. forse Roberto sarà più prolisso…

  2. Concetta Liscio Concetta Liscio scrive:

    Ragazzi ormai è assodato che Renato ha fatto un patto con “Qualcuno”delle alte sfere per garantire il sole a tutte le uscite (o quasi)io avrei scelto la giovinezza, come Dorian Grey!! Ma poi cambiava il referente e…non è proprio la stessa cosa.Comunque il capo ha generosamente messo da parte i suoi interessi personali e si è accordato per il bel tempo.
    Altro particolare degno di nota ( giusto per non ripetere sempre le stesse cose tipo : splendida compagnia…organizzazione ottima…ecc.. ecc..) è che anche stavolta se non fosse stato per due anime pie dotate di vista d’aquila, Renato ci avrebbe rimesso NON UNO, ma ben due paia di occhiali….io MODESTAMENTE avevo suggerito un escamotage per evitare in futuro simili smarrimenti ma…ho ricevuto pesanti minacce!!!
    Pazienza!!!!
    Le foto sono bellissime, spero solo che il nostro amico bau aggregato alla fine del percorso abbia ritrovato casa!
    alla prossima!

  3. Roberto Guarnieri Roberto Guarnieri scrive:

    Quelli che dicono “Dove trovi le idee?” oppure “I tuoi racconti esagerati sono troppo divertenti, anche se surreali” non hanno evidentemente mai partecipato a un allenamento itinerante “Alla Renato”, uno di quelli in cui l’avventura, l’epica e lo spirito di sopravvivenza si fondono al divertimento e alla bella compagnia.
    Come dite’ rieccolo che esagera? E che è, una spedizione nella giungla?
    D’accordo, allora, cercate di figurarvi questa scena: state camminando da ore assieme a un manipolo di amici su e giù per strade brecciate, intravedendo appena il sole che scivola verso il tramonto del tardo pomeriggio. Solo pochi di voi hanno cibo e bevande, perché il programma prevedeva un pranzo al sacco al ritorno alle auto, ma quelle auto non le vedrete mai più, e i pochi viveri sono già stati condivisi con un generoso scambio. Acqua finita, la strada si inerpica per una salita senza fine. Alle vostre spalle, ma anche davanti, udite lugubri ululati di cani da caccia, impegnati a spingere i cinghiali in direzione dei cacciatori nascosti tra le siepi e pronti a far fuoco.
    E voi, mentre sudate sui bastoncini arrancando a testa bassa, vi state chiedendo se sarete assaliti dai cani affamati, travolti dai cinghiali in fuga o semplicemente presi a fucilate dai loschi figuri. Il freddo sale rapido, l’oscurità incombe, il sudore si gela nei giubbini e anche la vostra guida suprema sembra non trovare bene il cammino. Nel frattempo i legamenti del ginocchio iniziano a dare quel piccolo fastidio che prelude a un blocco totale e un curioso e affamato cane da caccia decide di seguirvi per chilometri con uno sguardo non troppo amichevole (lo so, io ho paura dei cani che ci volete fare…).
    Come? Ho riportato un brano di Jack London? Vi è sembrato “Passaggio a nord Ovest?” il libro, o una pagina di qualche romanzo di avventura? Eh no, signori: tutto vero. Proprio così eravamo alle 14.50 di Mercoledì, dopo aver abbandonato i green al loro destino e imboccato il percorso ideato dal nostro Renato.

    Come è finita? Semplice, dopo aver raggiunto la vettura della mitica Piera, scampati a cani, cinghiali e fucilate, debilitati da fame e sete, i titolari delle auto sono partiti lasciandoci in attesa seduti sulle scalette di un casolare abbandonato, in compagnia dell’ultima tavoletta di cioccolato e di un sole morente che, alle 16.00 in punto, è tramontato dietro una cresta rocciosa facendo precipitare la temperatura di colpo. L’attesa, durata almeno 45 minuti, ricordava tristemente una scena della Tenda Rossa, con me, unico uomo tra tante donzelle nordiche, a impersonare la figura del Comandante Nobile dispeso tra i ghiacci del polo.

    In che senso “come avete fatto a tornare a casa contenti?” Ma che domanda fate, signori miei. E’ il Nordic, perbacco! Volete vivere avventure come questa? Vi basta segnarvi e partecipare, è semplicissimo!
    Ah già, portate sempre cibo e mantelline con voi…

  4. Renato Vita Renato Vita scrive:

    … un allenamento come tanti altri … interessante!
    Cercare nella mappa un percorso alternativo per evitare o cercare di allontanarsi dai latrati dei cani, per battute non segnalate, non è proprio perdersi ma ‘Aut inveniam viam aut …’ come direbbe (l’Annibale) Roberto, per questa voltaci è anche andata bene, non abbiamo dovuto farcela … ‘la via’.

Lascia un Commento

Calendario Eventi
<<dic 2017>>
LMMGVSD
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Ultime Notizie

  • 10/12/2017 --- Inaugurazione del Parco delle Querce (leggi)
  • 23/11/2017 --- Foto dal Memorial Alberto Gorini (guarda)
  • 27/11/2017 --- Cena di Natale (leggi)
  • 23/11/2017 --- N42 - Memorial Alberto Gorini (leggi)
  • 15/11/2017 --- Corso base a Porto S.Giorgio (leggi)
  • 13/11/2017 --- Foto della cena per l'estate di S.Martino (guarda)
  • 02/11/2017 --- Corso base a Recanati (leggi)
  • 02/11/2017 --- Cena per l'estate di S.Martino (leggi)
  • 02/11/2017 --- Foto dall'allenamento Itinerante al S.Vicino (guarda)

Ultimi Commenti
ScuolaItaliana