International Nordic Walking Festival 2016

ATTENZIONE: i bottoni di condivisione non vengono visualizzati perché richiedono l'uso di cookie di terze parti che non hai accettato

Se non vedi i commenti o i bottoni per condividere l'evento sul tuo profilo social, clicca qui

International Nordic Walking Festival 2016 --- Nizza Monferrato - 1 lug 2016 - 09:00

IntNWFestival2016_fbDall’1 al 3 Luglio, anche quest’anno parteciperemo con nostri soci all’International Nordic Walking Festival. La nona edizione della manifestazione sicuramente confermerà anche il suo rilievo internazionale grazie alla partecipazione di istruttori e praticanti provenienti da molti paesi europei. Nato nel 2008 come primo grande evento italiano della disciplina, con l’edizione di quest’anno nel Monferrato l’International Nordic Walking Festival vedrà sicuramente scorrere paesaggi straordinari vissuti insieme ai tanti camminatori per condividere semplici ma grandi emozioni!
Sede principale sarà la città di Nizza Monferrato, patrimonio UNESCO, con i suoi caratteristici scorci sommersi tra i magnifici vigneti. L’evento si sposterà anche ad Incisa Scapaccino, e avremo modo di scoprire inoltre piccoli borghi come Mombaruzzo, Fontanile, Vinchio e Vaglio Serra; saranno giorni intensi con camminate lungo i pendii delle colline e nei freschi boschi della Riserva Naturale Regionale Val Sarmassa con un susseguirsi di colline coperte prevalentemente da boschi che lasciano, di tanto in tanto, spazio a prati, campi e vigneti. Avremo anche occasione di vivere uno degli aspetti più importanti e che maggiormente caratterizzano la zona, l’enogastronomia.
Ci sarà spazio anche per la solidarietà: quest’anno infatti gli eventi dell’INWF saranno inseriti nel percorso del Cammino dal Cristo Pensante al Cristo degli Abissi, finalizzato alla raccolta fondi per avviare in Malawi alcuni villaggi alla coltivazione e all’allevamento, lavori e progetto seguiti direttamente da Aldo De Michele, istruttore di Nordic Walking della SINW.
Per ulteriori informazioni, vai al sito dell’evento.


Le foto



international nordic walking festival

Commenti

Taggato con:
Pubblicato in Annunci, Commenti
7 commenti su “International Nordic Walking Festival 2016
  1. Roberto Guarnieri Roberto Guarnieri scrive:

    Davvero una delle più belle uscite della nostra associazione. Quattro giorni intensi, pieni di paesaggi così diversi tra loro, di passeggiate lungo fiumi, colline e montagne, di storia partigiana, di emozioni e di buone mangiate. E di chilometri macinati sotto ogni tipo di clima.

    Questa volta Renato, nella giornata trascorsa al rifugio Paraloup, si è superato ricreando con le sue letture e con le pillole di storia l’atmosfera della guerra partigiana descritta nei libri di Fenoglio e Nuto Revelli. Una atmosfera che nel silenzio del rifugio sembrava dover divenire realtà.

    Penso che proprio Revelli o Fenoglio, se potessero scrivere sulla nostra avventura, lo farebbero in questo modo:

    Dal libro “Il Nordic dei poveri” – Nuto Revelli

    Al Paraloup arrivarono in dieci, verso sera, preceduti da un temporale estivo, di quelli che il mondo sembra stia per finire e un attimo dopo il cielo si apre e le nuvole basse rotolano sui prati e sulla terra bagnata, sollevando volute di nebbia.

    Venivano da Alba, stanchi e esausti.

    Il Comandante Renato li aveva fatti marciare nei boschi lungo il Tanaro, sotto una pioggia a tratti piacevole e a tratti insistente, per recuperare l’attrezzatura necessaria ai camminatori di Nizza.

    Il bottino principale era costituito da una cassa di bastoncini che il comandante, prima di consegnare, voleva fossero testati sul campo.

    Tra borbottii e imprecazioni trascinarono i bagagli e i sacchi a pelo giù per un pendio, sino a una piccola casetta in pietra dove erano allestiti dei letti a castello, per poi risalire, ancora sporchi di fango, nella sala comune. Le contadine del posto avevano preparato per loro un misero pasto, appena sufficiente per placare i morsi della fame. Pane, formaggio, giardiniera, peperoni ripieni, formaggio e noci, affettati, lardo, salami, speck, gnocchetti al ragù, gnocchetti ai quattro formaggi, dolci locali, vino rosso, orzo e genziana.

    Il mattino seguente, svegliati all’alba dalle urla del comandante, testarono i bastoncini sui pendii del Paraloup fin quando non furono convinti della bontà della merce.

    “Non possiamo mica portar giù ai compagni roba che non funziona” aveva detto Renato consultando la carta dei sentieri e puntando a una cresta coperta di nebbia. “Non si scherza con queste cose”.
    Anche se non convinti tutti avevano annuito, avanzando a testa bassa su per l’erba alta. (…)

    Nizza Monferrato era invasa dai camminatori.
    Ne vedevi a tutti gli angoli, nel Foro Boario o lungo le vie. C’erano gli istruttori in maglia nera o rossa, carichi di mostrine e adesivi, che si salutavano con un cenno del capo, il petto in fuori e i sorrisi troppo tirati, mentre i Maestri con l’aria severa, richiamavano qualche indisciplinato con un bicchiere di troppo in mano. Le auto, con i nastri rossi del Battaglione legati alle antenne delle radio, riempivano tutta la piazza.

    La truppa, una giocosa marea multicolore, alzava la voce nei bar o nei locali del centro intonando ora un inno ora una canzone sboccata. Nessuno sembrava preoccuparsi troppo per l’indomani, quando avrebbero dovuto marciare tra le vigne, sotto il sole e la polvere e con l’afa rovente. Eppure già quel giorno c’erano state perdite, e proprio nel gruppo di Macerata.

    No, per quella sera ognuno portava con sé la propria felicità.

    A Incisa, in piazza, le tavolate sembravano non finir mai, così come i calici alzati e i piatti di pasta. Si ballava e si danzava al suono di un’orchestrina improvvisata, come se la vita fosse eterna.

    “Ai chilometri penserem domani” aveva sbuffato Simone, con le gambe allungate sotto al tavolo “E se si deve crepare, pazienza. Meglio farlo a pancia piena” (…)

  2. Simone Marzorati Simone Marzorati scrive:

    Impossibile riassumere tutto quello che abbiamo trascorso e vissuto in quattro giorni che sembravano lunghi ma poi passano sempre veloci.

    Come spesso è accaduto, abbiamo potuto allenare in particolar modo una delle qualità che il Nordic migliora, la Resistenza! E il gruppo si è impegnato per mettere a dura prova la Resistenza di maestri e istruttori che con caparbietà hanno tentato di mantenere “Disciplina e Determinazione”, come insegnato dal buon Pino nel suo emozionante racconto del Cammino in solitaria.

    L’avventura è iniziata tra Alba e cuneese, con le letture già citate da Roberto e recitate impeccabilmente come sempre dal President Magister Renato, il quale ha pensato a tutto nei minimi dettagli per offrirci qualcosa in più. Letture itineranti come i nostri allenamenti, per vivere sul posto ciò che ascoltavamo, vedendo, sentendo e immaginando scene e azioni che non si devono dimenticare.

    Alla fine dei quattro giorni, dopo innumerevoli ripetizioni, battute, citazioni, letture, riferimenti ecc… c’è chi ancora aveva dubbi sul nome di quell’angolo di “fresca” pace che è stato il Rifugio PARALOUP (e forse anche sul nome della nostra associazione!). Ma le foto poi dovrebbero aiutare la nostra memoria e quella della nostra Guadalupa. (Rob! guarda come l’hai scritto qui sopra! :-) .
    Comunque…, assembramento indimenticabile dei soci Valli della Marca, nella casetta in mezzo al bosco. Sono state studiate a tavolino strategie e tattiche per passare dalla scala e raggiungere l’angolo abluzioni. Momento di aggregazione, superato senza inconvenienti, così come la notte a stretto contatto. Ma ripensando, dopo le letture, a coloro che agivano e vivevano in questi luoghi, ci siamo sentiti privilegiati per aver passato una notte in questo luogo carico di Storia.

    Nonostante la persistenza del caldo, il Festival ci ha dato modo di praticare intensamente il Nordic, motivo per cui ci siamo andati. Così i nostri occhi hanno potuto godere della bellezza delle colline patrimonio Unesco dell’Umanità, tra Monferrato e Langhe, mentre nello stesso momento, senza rendercene conto, abbbiamo scoperto in dettaglio una terra che non conoscevamo.
    E dopo aver “sedato” qualche piccolo lamento all’inizio dell’avventura (con calo della popolarità dell’istruttore sotto al 3%), il bello è stato vedere che tutti avremmo voluto continuare a camminare e che forse ha prevalso il dispiacere per aver concluso i tanti percorsi che ci han fatto sentire più pronti e preparati di quel che immaginavamo.

    Cattedrali del vino, distillerie di grappa, vigne e vigneti a perdita d’occhio… grazie allo stile di vita “lento” che regala il Nordic, abbiamo compreso perchè sono terre patrimonio di tutti Noi (qualcuno ci ha messo qualche secondo di più!! ma qui metto un PiPunto e vado a capo…).

    Il Festival è stata l’occasione per i soci di vedere che non siamo in pochi a fare Nordic, ma siamo sempre di più. E infine che camminare non è fatica ma arricchimento.

    E pensare di aver camminato a fianco di una campionessa da 10 medaglie Olimpiche e 13 Mondiali, per le quali hai gioito ed esultato davanti al televisore come se le avessi vinte… è stata la ciliegina sulla torta.

    Grazie anche a Laura e Eli per la compagnia, la prima anche per le corse fatte sotto il caldo per portare a casa i ricordi fotografici di questa esperienza e la seconda anche per quella risata che le è sfuggita, la quale ha fatto perdere a più di uno di noi la scommessa! :-)

    Paraloup!!!

    p.s. certo, poi passava di lì Zazza…

  3. Roberto Guarnieri Roberto Guarnieri scrive:

    Grande Simo, un commento perfetto e sentito. E più serio del mio… Accidenti al correttore di Word che Fenoglio per fortuna non aveva. Sono caduto anche io nella trappola del Paraloup!

  4. Concetta Liscio Concetta Liscio scrive:

    CHE BELLE LE FOTO PANORAMICHE. vabbe’ su!!! anche quelle dove ci siete voi!!!!poi con calma( tra poco devo andare a cambiarmi per venire all’allenamento) leggerò anche i commenti.
    La foto della coccinella è fantasticaaaaa. a tra poco.

  5. Antonietta Valeriani scrive:

    Dopo tanto dire…che dire?!?

  6. Patrizia Rocco scrive:

    La foto della coccinella è stata scattata da Elisabetta col mio cellulare. Grande Eli !
    Che aggiungere a cotanti bei racconti ?
    Anche questa volta è stata una esperienza bellissima che ha fatto bene alla mia anima e al corpo che con mia sorpresa ha affrontato benissimo la fatica nonostante i mesi di fermo obbligato .Grazie a tutti per la bella compagnia e a Renato impeccabile organizzatore come sempre.

  7. Renato Vita Renato Vita scrive:

    Grazie a Roberto che con la sua ‘facilità di penna’ ha trasposto lo spirito (tranne che per le canzoni sboccate frutto di una sfrenata fantasia) ed ha ben riassunto i quattro giorni di allenamenti itineranti tra Monferrato Langhe e Roero. Ma Simone … Simone ha centrato il ‘Sentimento’ che ci ha mosso a programmare questo itinerario storico letterario su luoghi e fatti che non possono essere dimenticati … e che spetta a noi ora trasmettere … lo so che pensate ‘hai tirato su un Mostro’, ma come dice Nuto Revelli:”Volevo che i giovani sapessero, capissero, aprissero gli occhi. Guai se i giovani dovessero crescere nell’ignoranza come eravamo cresciuti noi … oggi la libertà li aiuta, li protegge … senza non si vive si vegeta”… Le citate Cattedrali Sotterranee di Canelli, patrimonio dell’Umanità secondo l’Unesco hanno completato il ‘nostro giro’ per rendere omaggio alla terra di Cesare Pavese, del quale abbiamo peraltro deciso di risparmiare alla truppa citazioni e letture … truppa che invece non si è risparmiata di godere del nettare e della frescura conservati in questi luoghi ‘sacri’.
    Degli altri giorni passati con alcune centinaia di altri ‘walker’ è stato già sufficientemente detto sopra. L’INWF è sempre comunque un bell’appuntamento.
    Grazie a tutti i partecipanti … precettati compresi.

Lascia un Commento

Calendario Eventi
<<gen 2018>>
LMMGVSD
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Ultime Notizie

  • 15/01/2018 --- Nordic Walking in Val di Non (leggi)
  • 08/01/2018 --- Corso base a Civitanova Marche (leggi)
  • 23/12/2017 --- Foto dal Parco delle Querce (guarda)
  • 10/12/2017 --- Inaugurazione del Parco delle Querce (leggi)
  • 23/11/2017 --- Foto dal Memorial Alberto Gorini (guarda)
  • 27/11/2017 --- Cena di Natale (leggi)
  • 23/11/2017 --- N42 - Memorial Alberto Gorini (leggi)
  • 15/11/2017 --- Corso base a Porto S.Giorgio (leggi)
  • 13/11/2017 --- Foto della cena per l'estate di S.Martino (guarda)
Ultimi Commenti
ScuolaItaliana