Lezione Itinerante di NW a San Severino

ATTENZIONE: i bottoni di condivisione non vengono visualizzati perché richiedono l'uso di cookie di terze parti che non hai accettato

Se non vedi i commenti o i bottoni per condividere l'evento sul tuo profilo social, clicca qui

Lezione Itinerante di NW a San Severino --- San Severino Marche - 2 apr 2018 - 08:30

S.Eustachio_fbLunedì 2 Aprile, partendo da San Severino ci interneremo della Valle del Potenza seguendo la destra orografica del fiume. Con una deviazione sull’antica via Lauretana, ci porteremo quindi verso i resti dell’Abbazia Benedettina di Sant’Eustachio in Dòmora, eretta inizialmente come eremo dedicato a S. Michele Arcangelo dai monaci nel secolo XI nei pressi di un villaggio di scalpellini. Con l’ampliamento del XIII secolo la chiesa fu dedicata a Sant’Eustachio e svolse un’intensa attività ospedaliera fino alla fine del XIV secolo, quando i monaci si trasferirono nell’Abbazia di San Lorenzo (San Severino Marche), portando con sé il “prodigioso Crocifisso” che ancora oggi si trova nel presbiterio e che fino al 1700 circa, due volte l’anno, veniva riportato in processione nella chiesa della gola. Continueremo poi fino ad un punto panoramico in cui consumeremo il garrulo pasto al sacco per poi fare ritorno.
Per la partecipazione è necessario iscriversi utilizzando il modulo sottostante da compilare entro Domenica 1 Aprile

Programma

  • Ritrovo a Civitanova Marche ore 08:30 parcheggio antistante la Pasticceria S. Marone
  • Ritrovo per tutti: ore 9:20 rotonda Ospedale S.Severino
  • Partenza camminata nordica: ore 9:45
  • Pranzo al sacco: ore 12:00
  • Rientro previsto per metà pomeriggio

Caratteristiche del percorso

Dislivello 400 mt circa – Distanza 13 km. circa.

Abbigliamento

Scarponcini tipo trekking, giacca antivento, felpa, cambio in auto, acqua e pranzo al seguito.


Le foto


Se non vedi il modulo di iscrizione, collegati!

nordic walking macerata san severino


Commenti

Taggato con:
Pubblicato in Annunci, In Evidenza
2 commenti su “Lezione Itinerante di NW a San Severino
  1. Roberto Guarnieri Roberto Guarnieri scrive:

    L’uscita di Pasquetta è ormai una consolidata tradizione della nostra associazione Nordica. Questo anno, in particolare, la passeggiata è stata molto ricca di storia e aspetti naturalistico-archeologici.
    Infatti abbiamo esplorato una zona sconosciuta dell’alata Valle del Potenza basando il percorso su antiche mappe, redatte nel 1112 dall’abate Renato Da Chiaravalle, uno dei primi a addentrarsi in queste terre selvagge.
    Ci siamo quindi inoltrati nella Valle dei Grill, così chiamata per la presenza di antichi manufatti cubici con sopra resti di graticole e circondati da carbonella che si pensa siano serviti per numerosi arrosti nei secoli passati. Al centro della valle scorre un fiume dalle acque color rossastro: non sono dovute a marne e calcari sciolti ma sono formate da un curioso sugo rosso al sapore di pomodoro. Il fiume, infatti, sgorga direttamente dal Lago delle Papere in Umido, dove i simpatici animali galleggiano, già pronti, per essere mangiati.
    Attraversato il Prato della Pecora alla Callara siamo giunti in prossimità delle rovine di un maestoso monastero intagliato nella roccia e costruito a strapiombo. Secondo Guarniero, un frate geografo del 1200 sconsacrato dalla Chiesa di Roma per orride nefandezze, la caverna posta al suo fianco è l’ingresso della mitica (e mai esplorata) Valle degli Hamburger. A detta del Guarniero in questa zona nascosta gli hamburger crescono sugli alberi, già cotti, i cespugli sono di patatine fritte e la linfa degli alberi fornisce senape e ketchup. Purtroppo il recente sima ci ha impedito di accedere, vista il pericolo di crolli. Superata una struttura cilindrica piena di finestrelle (di certo un forno per piccioni arrosto) la truppa, dopo ben 16 chilometri di passeggiata, si è accampata in un rifugio dove è consumato il pranzo. Pranzo misero, purtroppo, se paragonato alle prelibatezze mitiche del percorso. Il maestro Renato ha spezzato la colomba e distribuito il vino, in un gesto eucaristico pasquale, indicando in Umberto “colui che lo tradirà sui bastoncini”.
    A nulla, purtroppo, è valsa la ricerca dell’ultimo tesoro dell’antica mappa, la collina della Torta di Zucchero, dove il terreno è fatto di glassa e volano alte le colombe pasquali (con i canditi e l’uvetta).

  2. Renato Vita Renato Vita scrive:

    Un po’ troppo spostato verso il culinario il commento di Roberto … alla fine 16 km li abbiamo pur fatti … magari pensando alla colomba finale … ma li abbiamo fatti…TUTTI

Lascia un Commento

Calendario Eventi
<<ago 2018>>
LMMGVSD
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

Ultime Notizie

  • 07/08/2018 --- Foto della Cena e Diploma Day 2018 (guarda)
  • 28/07/2018 --- Allenamento, Cena e Diploma Day (leggi)
  • 25/07/2018 --- Foto da Race & Challenge all'Abbadia di Fiastra (guarda)
  • 04/07/2018 --- Race & Challenge all'Abbadia di Fiastra (leggi)
  • 24/06/2018 --- Foto dall'alba di S.Giovanni (guarda)
  • 18/06/2018 --- Alba di S.Giovanni (leggi)
  • 13/06/2018 --- Tappa Race a Bassano (leggi)
  • 04/06/2018 --- Lungo il Menotre (leggi)
  • 02/06/2018 --- Lezione a Gradara (guarda)
  • 31/05/2018 --- Maratonina della Solidarietà (leggi)

ScuolaItaliana