Solidarietà e Sport Insieme ai Gemelli della Valle del Conca

ATTENZIONE: i bottoni di condivisione non vengono visualizzati perché richiedono l'uso di cookie di terze parti che non hai accettato

Se non vedi i commenti o i bottoni per condividere l'evento sul tuo profilo social, clicca qui

Solidarietà e Sport Insieme ai Gemelli della Valle del Conca --- Misano Adriatico - 2 ott 2016 - 07:15

Sardoncinordic_fbDomenica 2 Ottobre proponiamo ai nostri soci una camminata nordica lungo il Conca per rendere la visita ai gemelli Saul & C. ed insieme a tanti altri camminatori (saranno presenti anche i nostri gemelli di Ravenna) percorreremo gli argini del fiume romagnolo attraversando il territorio di 4 comuni: Misano Adriatico, San Clemente, San Giovanni in Marignano e Cattolica. Il fondo e la conformazione del percorso proposto costituiscono il terreno ideale per applicare al meglio la tecnica del Nordic Walking. Il percorso, a pendenza minima, si svilupperà su circa 15 km. con pausa e ristoro a metà percorso.
Concluderemo poi la giornata tutti intorno alla brace per i sardoncini nordico-adriatici serviti con l’immancabile piadina (ed innaffiati con del buon vino di Romagna … dice Saul).
Il contributo di €12,00 verrà devoluto agli abitanti delle zone colpite dal recente sisma.
Per la partecipazione è necessario iscriversi utilizzando il modulo sottostante entro Mercoledì 28 Settembre.

Programma

  • Partenza: Civitanova Marche ore 7:15 parcheggio antistante la Pasticceria S. Marone
  • Arrivo a Misano al Conca Village: 8:30
  • Partenza camminata nordica: 9:30

Abbigliamento

Maglia sociale e giubbino. Cambio completo da lasciare in auto.


Le foto

nordic walking macerata valle del conca


Commenti

Taggato con:
Pubblicato in Annunci, Commenti
8 commenti su “Solidarietà e Sport Insieme ai Gemelli della Valle del Conca
  1. Roberto Guarnieri Roberto Guarnieri scrive:

    Una magica domenica trascorsa lungo la Valle del Conca in compagnia di tanti camminatori, tra risate, paesaggi incantati, scherzi e con gli ottimi sardoncini arrosto come premio finale.
    Un percorso di ben diciassette chilometri che all’inizio aveva impensierito i nostri eroi e che alla fine si è trasformato in una allegra prova di resistenza che ha stupito i partecipanti stessi!
    Non c’è niente di meglio di queste uscite per formare il vero spirito del Nordic e saldare sempre più i legami di amicizia. Per questo, come sempre, esorto tutti a provare almeno una volta una di queste fantastiche giornate.

    E mentre sgambettavo lungo le rive del fiume assieme all’allegra Compagnia, ho pensato. “E se questa giornata fosse uscita da un romanzo fantasy, come sarebbe stata? Come l’avrebbe raccontata Tolkien, l’autore del Signore Degli Anelli?

    Forse così:

    Un estratto dalla celebre Trilogia “Il Signore Dei Percorsi a Anello”
    Dal Libro Primo “la Compagnia del Bastoncino”

    Con un ultimo sforzo il gruppo uscì dal bosco e salì in cima all’altura, arrancando su per uno stretto percorso di terra bagnata, reso scivoloso dalle ultime piogge. Solo il suono dei bastoncini sul terreno, unito all’ansare per la fatica, spezzava il silenzio carico di tensione.
    Sotto di loro, illuminata dalla luce del primo mattino, si apriva a perdita d’occhio la valle di un fiume, con le sponde basse piene di vegetazione e l’acqua grigia che scorreva lenta sollevando gli ultimi banchi di nebbia notturna.

    Renatalf il Grigio si aggiustò il mantello sulle spalle e alzò un braccio verso l’orizzonte. “La Valle del Conca” esclamò soddisfatto “Finalmente siamo giunti alla meta. Laggiù troveremo ad attenderci Re Pino con i suoi camminatori.”
    “Quanti chilometri abbiamo ancora?” chiese un uomo alla sua destra, strizzando gli occhi mentre si aggiustava lo zaino sulle spalle.
    “Roberto Baggins, cosa vuoi che siano ancora pochi metri, rapportati all’importanza della nostra missione?”
    “Pochi metri nulla, maestro” replicò quello preoccupato “Ma qui si parla di almeno diciassette chilometri.”
    Renatalf alzò gli occhi al cielo, esalando un sospiro di rassegnazione. Cosa non doveva fare per tenere in piedi quella Compagnia!
    “Umberthoden, tira fuori la mappa e controlla il percorso “ordinò rivolgendosi a uno dei tre componenti dietro di lui “E voi, Stefangorn e Andreamir, preparatevi. Andrete in avanscoperta. Correte più veloce che potete e trovate per primi l’accampamento di Pino. Vi servirà anche come allenamento per le gare future, sempre che ci sia ancora qualcuno al mondo a organizzarle”
    I due non se le fecero ripetere e scattarono verso il fondo valle.
    Le maglie rosse si distinsero per un po’ e poi scomparvero nel folto dei cespugli.
    “Non lascerò solo mio marito” una voce femminile si alzò decisa dal gruppo e una ragazza si fece avanti, impugnando un arco con fare minaccioso: “Noi elfi, per tradizione, camminiamo sempre in coppia.”
    “Riponi le frecce, Cristindriel di Gran Recanatone. Conosco bene le usanze di voi Elfi. Raggiungi pure Andreamir, che ha già trecento metri di vantaggio. Così smetterò di udire le tue lamentele. Vai, se non ti affretti non lo riprenderai più! Nemmeno nella classifica finale.
    “Anche noi hobbit della Civitacontea abbiamo questa tradizione” replicò Roberto tirando un amichevole buffetto a sua moglie Vanessa. Vide Cristindriel correre giù per il pendio e aggiunse “Però in genere ce la prendiamo più comoda. Credo che i miei concittadini Maurizio e Adriana, della casa dei Tuc, siano d’accordo” nel parlare si rivolse a una seconda coppia che annuì in modo convinto.
    “Dovreste prendere esempio dalla vostra compagna, la maga Tettidrin.“ Renatalf indicò un piccolo punto lontano lungo gli argini del fiume “E’ già in cammino e ci precede di molte ore.”
    “Usa le pozioni magiche della sua bottega di Loth Potentem” Serenellas alzò una mano richiamando l’attenzione del maestro. “Noi di Rubbianmonte, nel Regno di Gondor, non le utilizziamo mai. Ci sono vietate per legge. Al massimo ci è concesso l’infuso di tagliatelle fritte, per ripristinare le forze perdute.
    Non ci fu replica perché in quell’istante Umberthoden, posata l’ascia da guerra e consultato un foglio, mormorò carezzandosi la barba “In effetti, maestro i chilometri so’ diciassette. Roberto Baggins ha ragione. Ma il mio dubbio piuttosto è un altro.”
    “Quale?”
    “Esattamente cosa si mangia? Abbiamo esaurito le provviste e non tocchiamo cibo dalla sosta alla Locanda San Maron.
    “Ma era solo un’ora fa!”
    “Adesso non stiamo a guardare quanto è passato” fece stizzito Umberthoden allargando le braccia “Fatto sta che di cibo non ne abbiamo”
    “Tantomeno dolci” aggiunse sorniona Vanessa Baggins, gli occhi spalancati in una sorda invocazione.
    “Per la barba di Sauron, è’ mai possibile che in questa compagnia ci si lamenti sempre?” tuonò Renatalf alzando rabbioso il bastoncino del comando “Non vi ho forse guidati fin qui sani e salvi? Non ho forse sacrificato la salute della mia compagna, ferita alla testa durante una battaglia? Non ho allontanato i potenti Nazgul di Macerator dalle vostre teste? Non sentite l’importanza della nostra missione? Ritrovare il Bastoncino magico e salvare la Terra Di Mezzo!
    “Si, si tutto vero” ammise Umberthoden sedendosi “Anche se Tath-Tiana non è stata ferita proprio in battaglia… Però magnà se deve magnà. Non è che possiamo salvare il mondo digiuni. Io proporrei di pescare nel fiume e farci un arrosto di sardoncini mentre attendiamo il ritorno dei tre corridori.”
    “Ottima idea” concordarono Maurizio e Adriana sedendosi a sua volta. “magari impastando e cuocendo anche qualche piadina.”
    Renatalf represse una maledizione. Ci fosse stato l’apprendista Simonor a dargli una mano… purtroppo era solo. Poi pensò che, in fondo, gli era andata anche bene perché la principessa Serena, signora del Fosso di Elm, non era venuta. Allora si che sarebbero stati guai.
    “E sia” proclamò poco convinto “Ci accamperemo qui, in attesa del loro ritorno. Sappiate però che i vostri amici non trovano subito Re Pino e i suoi Camminatori i chilometri diverranno trentaquattro. E ne segnerò solo dieci!”

  2. Stefano Vesprini Stefano Vesprini scrive:

    Stupendo, Roberto.
    Solo la fervida fantasia di uno scrittore poteva partorire questo capolavoro.

  3. Patrizia Rocco scrive:

    Bellissima storia Roberto !!! Nella prossima storia voglio esserci anche io ????!!!

    • Andrea Pretini Andrea Pretini scrive:

      Carissimo Roberto,
      mi ero appena seduto … nella mia stanza da bagno….ho letto prima il tuo messaggio e poi il commento nel sito.
      Ridevo da solo con le lacrime agli occhi!!!!
      Troppo forte, .bravissimo.
      Restiamo tutti in attesa di nuovi episodi ????????????????.
      P.S.: Naturalmente il luogo di lettura non voleva essere offensivo!!!

      • Patrizia Mataloni Patrizia Mataloni scrive:

        So che sei uno scrittore e si vede dalla correttezza lessicale nonché dalla fervida fantasia. …..propongo al maestro Renato di nominati novelliere ufficiale della NW Valli della Marca!!!!Complimenti!

  4. Umberto Antolloni scrive:

    Non ho parole……..grande! Però. ?..magna’ se deve magna’

  5. Renato Vita Renato Vita scrive:

    Leggo come sempre con grande piacere la parte fantastica del racconto che il nostro cantore fa delle peripezie degli uomini e donne delle Valli … e stavolta ho riso veramente con le lacrime agli occhi insieme a Tath Tiana … che a momenti gli si riaprivano le ferite … ma apprezzo anche le premesse che Roberto, già nominato ufficialmente ‘novelliere di corte’, scrive con tanto di esortazioni … e per essere protagonisti dei racconti bisogna poi esserci … Alla prossima! Ringrazio tutti per la partecipazione in questa occasione in modo particolare vista la finalità dell’iniziativa

  6. Antonietta Valeriani scrive:

    TROPPO FORTE!!!!!!!….e alla prossima avventura della Allegra Compagnia!!
    Un saluto dalla maga Tettidrin ;-)

Lascia un Commento

Calendario Eventi
<<lug 2018>>
LMMGVSD
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Ultime Notizie

  • 18/06/2018 --- Alba di S.Giovanni (leggi)
  • 13/06/2018 --- Tappa Race a Bassano (leggi)
  • 04/06/2018 --- Lungo il Menotre (leggi)
  • 02/06/2018 --- Lezione a Gradara (guarda)
  • 31/05/2018 --- Maratonina della Solidarietà (leggi)
  • 21/05/2018 --- Stramacerata 2018 (leggi)
  • 21/05/2018 --- Foto dalla SEM RUN 2018 (guarda)
  • 21/05/2018 --- Foto dalla Race a Tivoli (guarda)
  • 20/05/2018 --- Corso base a Porto San Giorgio (leggi)
  • 15/05/2018 --- Tappa Race a Tivoli (leggi)

Ultimi Commenti
ScuolaItaliana