Circuito Race 2018 – Bassano

ATTENZIONE: i bottoni di condivisione non vengono visualizzati perché richiedono l'uso di cookie di terze parti che non hai accettato

challenge nordic walking macerata

Se non vedi i commenti o i bottoni per condividere l'evento sul tuo profilo social, clicca qui

Circuito Race 2018 – Bassano --- Bassano - 16 giu 2018 - 09:30

Bassano_fbSabato 16 e Domenica 17 Giugno doppio appuntamento a Bassano per la due giorni Nordic Walking ‘targata’ SINW. Il Sabato saremo impegnati con i racers nella 4^ tappa del Circuito Federale Agonistico nel nuovo percorso studiato da Gianfranco, Osvaldo & C. La Domenica per la 8^ tappa del Challenge 2018 percorreremo le ‘fresche’, almeno speriamo, rive del Brenta in 12 Km. in natura ed in città. Brenta che attraverseremo nel ‘mitico’ PONTE DEGLI ALPINI struttura più volte rifatta sempre sul progetto originale del Palladio.


Commenti

Taggato con:
Pubblicato in Annunci, In Evidenza
6 commenti su “Circuito Race 2018 – Bassano
  1. Gianni Marziali scrive:

    Forza ragazzi! perche a me tremano le gambe…

  2. Renato Vita Renato Vita scrive:

    … falle tremare in avanti!

  3. Marcello La Sorda Marcello La Sorda scrive:

    Confidiamo nel sig. Nardini

  4. Roberto Guarnieri Roberto Guarnieri scrive:

    PARTE PRIMA : IL GIORNO DELLA RACE

    Ancora una gloriosa (si fa per dire) trasferta nel Nord Italia dei nostri eroici Racers alla conquista di punti e posizioni sui duri campi di gara. Questa volta, vista la pessima condizione atletica dei nostri (Cristina con ginocchio tarlato, Renato con acciacchi vari, Simone distrutto dalla stanchezza già prima di montare in auto, Gianni e Marcello pressati dall’ansia di prestazione) tutte le speranze erano riposte nell’ottima condizione atletica (l’ha detto lui…) del nostro Umberto.
    Peccato che lo stesso, già penalizzato da un taglio di capelli discutibile, all’andata abbia sbagliato strada, imboccando la via del Brennero, uscendo a Vienna Est e partecipando al posto della Race a una bizzarra gara con i sacchi organizzata da un gruppo di amatori austro-ungarici.
    Con tali premesse la truppa, sbarcata a Bassano con una fiacca olimpica, percorreva il noto Ponte Degli Alpini in un tempo sufficiente maggiore a quello impiegato dagli stessi Alpini per realizzarlo: un’ora e venti (sosta al bar all’inizio, passo lento e sosta alla distilleria alla fine.) Da segnalare la signora Linda che compra 6 bottiglie di grappa dal peso di 5 chilogrammi (le bottiglie verranno trafugate nella notte da ignoti.)
    Al campo della Race, dopo aver invocato catastrofi naturali per impedire la partenza (Gianni Love) e l’abituale sordido scambio di bustine, poverelle e boccette di caffeina, i partecipanti hanno ottenuto, tutto sommato, una epica prestazione: Cristina arriva sesta senza fiato e senza ginocchio (verrà ritrovato in una siepe il giorno dopo) , Gianni Love squalificato per somma di ammonizioni come un qualsiasi difensore dell’Uruguay, Marcello arrivato con dignità, Renato solita prova superlativa di “tigna” e di cuore, Simone in versione “Gesù sul Golgota” all’arrivo (gli mancava solo la corona di spine mentre Chiara gli lavava il viso con un fazzoletto bianco ) e Umberto che almeno stavolta non ha tagliato il traguardo correndo verso i cessi.
    La serata è proseguita con una allegra cena all’aperto che i buontemponi di Bassano hanno pensato di organizzare su un campo sportivo, dichiarando che “qui si sta bene la sera perché c’è l’arietta del Brenta”.
    Più che arietta era un vento gelido di bora (vedere foto stile cena della Caritas) che oltre a mietere vittime per congelamento e blocco intestinale ha costretto tutti a trangugiare litri e litri di vino rosso, bianco e bicchierini di provvidenziale grappa.
    Risultato: a letto mezzanotte con soppressata e ragù sullo stomaco e mezzi brilli!

  5. Roberto Guarnieri Roberto Guarnieri scrive:

    PARTE SECONDA

    La domenica doveva essere una giornata tranquilla, al netto della fiacca dei nostri partecipanti che si ritrovano rintronati a colazione con il mal di testa del Day After (citando gli 883).
    Bellissima la passeggiata lungo il Brenta di 12 chilometri, con strafogata di tè e biscotti al ristoro e passaggio sul Ponte Degli Alpini (senza grappa però, una cattiveria) e arrivo al campo sportivo dove vinciamo il pacco per il gruppo più numeroso e ci facciamo soffiare per 25 chilometri il premio per quello più lontano dai nostri cugini maceratesi (si saprà poi che non avevano il numero minimo per partecipare!! Renatooo! E diccelo subito che la buttavamo in cagnara!)
    Arraffati salami, tagliatelle e vinelli si parte (con sconcerto dei pochi che pensavano di mangiare… non sapendo che al Nordic non si mangia mai!) per un’ora di tornanti micidiali fino al mitico Monte Grappa.
    Qui succede di tutto, peggio che nel 1917 : assalto al bar alla baglionetta, gomma spaccata sul ciglio della strada in zona priva di campo cellulare e cambiata con sforzi paragonabili a quelli della costruzione della galleria difensiva sotto il Monte, visita del Museo con crolli per abbiocco, passaggio climatico dai 27 gradi della valle ai 16-18 del Sacrario, caccia a compressori portatili forniti dagli alpini e dal bar (alla fila tutti chiedevano un panino, un birra… noi per caso avete un compressore?”
    Il viaggio di ritorno, a almeno, è stato all’insegna della pura follia, con i due equipaggi che si superavano sull’autostrada mimando canottaggio e corsa con una colonna sonora di 5 ore. Da notare come il pacco nefasto di CD di Umberto, gettato via da Roberto e Vanessa, abbia causato una catastrofe ambientale nella zona di Vicenza paragonabile a quella di Seveso!

    E ora… appuntamento al 21-22 Luglio al grido di “Boia chi Molla!” “Dio lo vuole!” “Avanti Vita!” “Vincere e Vinceremo!”

  6. Maurizio Ciarapica scrive:

    Trasferta al nord organizzata come sempre nei minimi particolari dal grande Renato e con i racconti dove la penna sfrenata del mitico e grandissimo Roberto che ha descritto tutto nei minimi dettagli , mi ha fatto vivere ogni momento della 2 giorni come se ci fossi stato,bravi tutti i partecipanti del week-end con un plauso particolare a tutti i Racers che ancora una volta hanno affrontato la gara massacrante e piena di insidie (vedi ammonizioni e quant’altro) da sottolineare l’impresa epica (questa volta con un solo… ginocchio) di Cristina per il bel piazzamento conseguito.Tutto il resto un fine settimana del doppio appuntamento a Bassano da ricordare per episodi e disavventure incluse.
    Ancora una volta bravo Roberto e bravi tutti.

Lascia un Commento

Calendario Eventi
<<lug 2018>>
LMMGVSD
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Ultime Notizie

  • 18/06/2018 --- Alba di S.Giovanni (leggi)
  • 13/06/2018 --- Tappa Race a Bassano (leggi)
  • 04/06/2018 --- Lungo il Menotre (leggi)
  • 02/06/2018 --- Lezione a Gradara (guarda)
  • 31/05/2018 --- Maratonina della Solidarietà (leggi)
  • 21/05/2018 --- Stramacerata 2018 (leggi)
  • 21/05/2018 --- Foto dalla SEM RUN 2018 (guarda)
  • 21/05/2018 --- Foto dalla Race a Tivoli (guarda)
  • 20/05/2018 --- Corso base a Porto San Giorgio (leggi)
  • 15/05/2018 --- Tappa Race a Tivoli (leggi)

Ultimi Commenti
ScuolaItaliana